Jura

E’ la regione che ha dato i natali al grande scienziato Louis Pasteur, il quale incaricato da Napoleone III, compì, primo tra tutti, una serie di esperimenti atti a scoprire l’intimo meccanismo della trasformazione del succo dell’uva in vino, e della sua possibile alterazione in aceto. Sono le basi della scoperta dei micro-organismi, che oggi conosciamo con il nome di lieviti e batteri; una scoperta che merita una collocazione fondamentale, non solo per il vino francese, ma, per il vino del mondo intero.  Particolari sono i vitigni utilizzati nella regione, a volte condivisi con altre zone viticole, come ad esempio lo Chardonnay, il Pinot Noir e a volte totalmente peculiarmente tipici come il Savagnin, il Poulsard o Plousard ed il Trosseau. Sicuramente il vino più caratteristico della regione è il cosiddetto “Vin Jaune”, assolutamente il più particolare tra i vini di Francia, essendo prodotto con antiche tecniche  che si rifanno allo sherry spagnolo. La produzione comprende vini bianchi, rossi, liquorosi e passiti nelle diverse D.O.P Arbois, Château Chalon, Cotes de Jura, L’toile.